Chi siamo

  Mario Morcellini
Direttore Scientifico dell’Osservatorio Mediamonitor Politica, è Direttore del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma, dove insegna tra l’altro Industria culturale e media studies e Analisi dell'informazione e dei pubblici.
Nel 1994 fonda Mediamonitor, Osservatorio sul rapporto tra il sistema dei media ed i diversi settori della vita sociale e culturale del nostro paese, le cui attività, oltre che nel campo della comunicazione politica, si concentrano nell’analisi dei comportamenti comunicativi dei minori (Mediamonitor Minori), nello studio degli stili culturali e del tempo libero degli italiani (MediaLoisir), nel monitoraggio della qualità, dell’innovazione e dei servizi interattivi dell’industria televisiva (Mediamonitor TV).
Componente del CUN-Consiglio Universitario Nazionale come rappresentante designato dell’Interconferenza dei Presidi (Coordinamento Nazionale delle Conferenze dei Presidi di Facoltà), dal 2002 è Presidente della Conferenza Nazionale delle Facoltà e dei Corsi di Laurea in Scienze della Comunicazione.
Tra le pubblicazioni più recenti: Talk&Tweet. La campagna elettorale 2013 tra Tv e Twitter (a cura di, con Marzia Antenore e Christian Ruggiero), Sant'Arcangelo di Romagna, Maggioli, 2013; Neogiornalismo. Tra crisi e Rete, come cambia il sistema dell'informazione (a cura di), Milano, Mondadori Università, 2011; Gli indecisivi. La campagna elettorale per le Politiche 2008 vista dai cittadini (con Gabriella Fazzi e Laura Iannelli), Napoli, ScriptaWeb, 2010 Perché la sinistra ha perso le elezioni? (con Michele Prospero), Roma, Ediesse, 2009; Spazi comunicativi contemporanei (con Renato Stella e Pina Lalli), Roma, Editori Riuniti, 2008; Elezioni senza precedenti. Dalle Primarie dell'Unione alle Politiche e al Referendum costituzionale del 2006: voto, sistemi elettorali e comunicazione (con Roberto Gritti), Milano, Franco Angeli, 2007; Il Mediaevo italiano. Industria culturale, TV e tecnologie tra XX e XXI secolo, Roma, Carocci, 2005; Contro il declino dell’università. Appunti e idee per una comunità che cambia (con Valentina Martino), Milano, Il Sole 24 ore, 2005; Torri crollanti. Comunicazione, media e nuovi terrorismi dopo l’11 settembre, Milano, Franco Angeli, 2002.
    
Michele Prospero
Insegna Scienza Politica e Filosofia del Diritto nella Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza Università di Roma. Sin dal ’94 partecipa alle attività dell’Osservatorio Mediamonitor Politica. È autore di numerosi saggi e monografie che spaziano dalla politologia alla filosofia politico-giuridica. Nell’analisi del caso italiano svolge una critica della stagione delle riforme elettorali e costituzionali degli anni ’90 e delle dinamiche di privatizzazione della sfera pubblica che culminano nel fenomeno Berlusconi. Sul versante politico-giuridico affronta lo studio delle grandi categorie (sovranità, rappresentanza, proprietà) e delle grandi correnti culturali (liberalismo, socialismo, democrazia), sviluppando una filosofia d’impianto laico, attenta alle dimensioni della corporeità e del sensibile e alle metamorfosi delle condizioni giuridiche del lavoro nell’età della globalizzazione. All’analisi del sistema politico italiano ha dedicato: Il nuovo inizio (1990); La democrazia mediata (1993); Sistemi politici e storia (1995); Storia delle istituzioni in Italia (1998); Il fallimento del maggioritario (2001); Lo Stato in appalto (2003); La costituzione tra populismo e leaderismo (2007); Il partito politico. Teorie e modelli (2012). Nel filone teorico-filosofico rientrano invece i contributi: La politica post-classica (1986); Nostalgia della grande politica (1990); Il pensiero politico della destra (1996); Politica e vita buona (1997); La politica moderna (2001); Politica e società globale (2003); Alle origini del laico (2006); Filosofia del diritto di proprietà (2009). Incentrato sull`analisi della comunicazione di Silvio Berlusconi è il recente Il comico della politica, Roma, Ediesse, 2010. Ha inoltre curato, con Mario Morcellini, Perché la sinistra ha perso le elezioni?, Roma, Ediesse, 2009 e con Christian Ruggiero, Le parole della politica. Personaggi, linguaggi e narrazioni nell'Italia del 2008, Napoli, ScriptaWeb, 2010.
   
  Marzia Antenore
Conduce ricerche sul rapporto tra comunicazione, sistema politico e cittadino, con particolare riferimento all’analisi dell’influenza del sistema dei media sulla circolazione dell’informazione politico-elettorale e sugli orientamenti di voto. Ha coordinato indagini sulle principali consultazioni elettorali italiane: in occasione delle Politiche del 2006 si è occupata del ruolo degli “opinion leader” nella diffusione dei messaggi elettorali dal web politico ai cittadini non connessi ad Internet; nel corso delle elezioni generali del 2008 ha studiato il comportamento di voto di un panel di elettori indecisi con l’obiettivo di analizzarne in profondità il profilo socioculturale, motivazionale e di consumo. Ha condotto, inoltre, un monitoraggio dell’agenda politica dei candidati alle elezioni Europee del 2004 ed ha contribuito, nel 2005, alla realizzazione delle strategie di comunicazione delle Primarie dell’Unione. Dal 2004 è tra i coordinatori delle attività di ricerca dell’Osservatorio Mediamonitor Politica della Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza Università di Roma. Tra le sue pubblicazioni, Talk&Tweet. La campagna elettorale 2013 tra Tv e Twitter (a cura di, con Mario Morcellini e Christian Ruggiero), Sant'Arcangelo di Romagna, Maggioli, 2013; No Luogo. Movimenti collettivi, no global, gruppi di pressione nel cyberspazio, Roma-Cosenza, Eri-Pellegrini, 2004; Da Decatur a Facebook. L’influenza personale in campagna elettorale, Roma, Aracne, 2009. Ha inoltre curato, con Marco Bruno e Patrizia Laurano, Quel che resta della telepolitica. La campagna elettorale 2006 nell’analisi Mediamonitor, Lecce, La Biblioteca Pensa Multimedia, 2007.
   
  Marco Bruno
Laurea in Sociologia, PhD in Scienze della Comunicazione, ricercatore in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi, svolge attività didattica e di ricerca presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione e il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma. Presso la stessa Università collabora con le cattedre di Sociologia dei fenomeni politici, di Sociologia delle relazioni internazionali e di Sociologia della comunicazione. Si occupa di mass-media e diversità culturale (con particolare riferimento all’Islam e ai processi migratori) di comunicazione e fenomeni politici. Tra le sue pubblicazioni: L’Islam immaginato. Rappresentazioni e stereotipi nei media italiani, Milano, Guerini, 2008, “Web-Shiia. Lo spazio online dell’Islam sciita”, in Roberto Gritti, Giuseppe Anzera, I partigiani di Ali, Milano, Guerini, 2007, “Politiche 2006: cosa resta della campagna”, in Roberto Gritti, Mario Morcellini (a cura di), Elezioni senza precedenti. Dalle Primarie dell’Unione alle Politiche e al Referendum costituzionale del 2006: voto, sistemi elettorali e comunicazione, Milano, Franco Angeli, 2007. È inoltre tra i curatori dei volumi Quel che resta della telepolitica. La campagna elettorale 2006 nell’analisi Mediamonitor, Lecce, La Biblioteca Pensa Multimedia, 2007 e Oltre la discriminazione. Manuale operativo di comunicazione sociale su immigrazione e tratta di persone, Roma, Sami-Sapienza, 2008.
   
  Stefania Di Mario
Assegnista di ricerca presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza Università di Roma, è responsabile contenuti del sito web di facoltà www.comunicazione.uniroma1.it. Svolge anche attività di ricerca sui modelli di produzione e consumo di televisione. Ha pubblicato, tra l'altro, "Si fa presto a dire tv. Riflessioni a partire dalla Indagine sulla Tv generalista" in Mario Morcellini (a cura di), Lezioni di comunicazione, Napoli, Ellissi, 2003, "The Audience Show", in Francesco De Domenico, Mihaela Gavrila, Augusto Preta (a cura di), Quella deficiente della TV. Mainstream Television e Multichannel, Milano, FrancoAngeli, 2003, "L'esplosione dell'industria televisiva", in Mario Morcellini (a cura di), Il Mediaevo, Roma, Carocci 2000 (I ed.) e 2005 (II ed.), "Un approfondimento sulle audiences in movimento", in Mario Morcellini (a cura di), Neogiornalismo. Tra crisi e Rete, come cambia il sistema dell'informazione, Milano, Mondadori Università, 2011.
   
  Gabriella Fazzi
È stata assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ricerca Sociale e Metodologia Sociologica della Sapienza Università di Roma. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Metodologia delle Scienze Sociali presso lo stesso Dipartimento. Insegna Metodologia della Ricerca Psico-sociale e Metodologia dell'intervista e del questionario presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Ha pubblicato il volume Così vicini, così lontani. Visioni della scienza nel Cnr, Acireale, Bonanno, 2008. Ha curato, con Mario Morcellini e Laura Iannelli, Gli indecisivi. La campagna elettorale per le Politiche 2008 vista dai cittadini, Napoli, ScriptaWeb, 2010.
   
Nicola Genga
Dottore di ricerca in Linguaggi politici e Comunicazione presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma. Collabora dal 2006 con le cattedre di Scienza Politica ed Etica e Filosofia delle Istituzioni nella Facoltà di Scienze della Comunicazione dello stesso ateneo e dal 2008 partecipa alle attività dell’Osservatorio Mediamonitor Politica. Svolge ricerche per il GeopEC del Centro per la Riforma dello Stato. Giornalista pubblicista, si interessa dei rapporti tra comunicazione e politica in ambito italiano e francese. Nel 2004/05 ha trascorso un semestre di studio nell’università “Descartes-Paris V” e nel 2009/10 è stato ricercatore invitato presso il Ceditec (Centre d’étude des discours, images, textes, écrits, communications) dell’università “Paris 12”. Ha pubblicato: “A cosa serve una bella campagna?” (con C. Ruggiero e P. Laurano) in M. Morcellini, M. Prospero (a cura di), Perché la sinistra ha perso le elezioni?, Ediesse, 2009; “Fausto Bertinotti. Schermi pieni, urne vuote”, in M. Prospero, C. Ruggiero (a cura di), Le parole della politica, Scriptaweb, 2010; “Nicolas Sarkozy presidente, tra rupture e tradizione”, Leussein, 1, 2010; “Francia: partiti e presidenzializzazione della politica nella Quinta Repubblica”, Democrazia e diritto, 4, 2010. Ha inoltre curato, con Francesco MArchianò, il volume Miti e realtà del bipolarismo italiano, Roma, Ediesse, 2012.
   
  Laura Iannelli
Dottore di ricerca in Teoria e Ricerca Sociale (Dipartimento di Sociologia e Comunicazione, Sapienza Università di Roma), è ricercatore in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Sassari. Svolge attività didattica e di ricerca sulla comunicazione politica e sugli usi sociali e partecipativi delle tecnologie di rete. Presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza, ha lavorato anche sul tema della percezione dell’Università, e delle politiche per l’Università, da parte degli studenti. Inoltre, ha svolto attività di ricerca sul pubblico del cinema, commerciale e no-profit, e ha insegnato Comunicazione dell’Industria Culturale presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata. Ha curato la traduzione del volume di Frank Webster e Kevin Robins, Tecnocultura. Dalla società dell’informazione alla vita virtuale, Milano, Guerini, 2003 e del numero monografico dedicato all’auto/biografia in sociologia del Journal of the British Sociological Association (per Edizioni CieRre 2007). Dal 2005, partecipa e coordina progetti didattici e di ricerca per l’Osservatorio Mediamonitor Politica. Tra le sue pubblicazioni, “Qualcuno era comunista? Gli elettori indecisi di fronte al voto” (con Marzia Antenore e Lorenza Parisi), in Mario Morcellini e Michele Prospero (a cura di), Perché la sinistra ha perso le elezioni?, Roma, Ediesse 2009. Ha curato, con Mario Morcellini e Gabriella Fazzi, Gli indecisivi. La campagna elettorale per le Politiche 2008 vista dai cittadini, Napoli, ScriptaWeb, 2010.
   
  Patrizia Laurano
E' dottore di ricerca in Pensiero politico e comunicazione nella storia e attualmente assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Sociologia e Comunicazione dell’Università Sapienza di Roma. Collabora con le cattedra di Sociologia dei fenomeni politici, di Sociologia della relazioni internazionali e dal 2006 con l’Osservatorio Mediamonitor. Ha pubblicato Fondamenti di comunicazione politica internazionale, Acireale, Bonanno, 2005. Ha curato, con Marzia Antenore e Marco Bruno, Quel che resta della telepolitica. La campagna elettorale 2006 nell’analisi Mediamonitor, Lecce, La Biblioteca Pensa Multimedia, 2007.
   
  Francesco Marchianò 
Dottore di ricerca in Sociologia e Sociologia Politica presso la facoltà di Scienze Politiche "Cesare Alfieri" dell'Università di Firenze. Collabora con la cattedra di Scienza Politica e di Etica e Filosofia delle Istituzioni presso la facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza Università di Roma. Dal 2006 partecipa alle attività di ricerca dell'Osservatorio Mediamonitor Politica. È autore di Walter Veltroni. Una biografia sociologica, Roma, Ediesse, 2012 e, con Nicola Genga, curatore del volume Miti e realtà del bipolarismo italiano, Roma, Ediesse, 2012.
   
  Fabrizio Martire
È ricercatore presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma. Presso la stessa Facoltà è titolare di due Laboratori dedicati a questioni di metodologia della ricerca sociale. Oltre che in ambito metodologico, svolge attività di ricerca nel campo della sociologia elettorale (con un’attenzione specifica allo studio del voto come processo decisionale) e della storia della sociologia (con particolare riferimento alla scuola sociologica della Columbia University che faceva capo a Merton e Lazarsfeld).
Tra le sue pubblicazioni: Come nasce e come cresce una scuola sociologica. Merton, Lazarsfeld e il Bureau, Acireale, Bonanno, 2006; “Alcune riflessioni sul difficile mestiere di far sondaggi” (con Maria Concetta Pitrone), in Roberto Gritti, Mario Morcellini (a cura di) Elezioni senza precedenti. Dalle primarie dell’Unione alle Politiche e al Referendum costituzionale del 2006: voto, sistemi elettorali e comunicazione, Milano, Franco Angeli, 2007; “Personal Influence nella storia del Bureau”, in Giovanni Ciofalo (a cura di), Elihu Katz e i Media Studies. Una storia scientifica e professionale, Roma, Armando, 2009; “La sociologia di Merton: indeterminatezza dell’azione e delle strutture”, in Quaderni di sociologia, n. 50, 2009.
   
  Lorenza Parisi
Laurea in Scienze della Comunicazione con una tesi dal titolo "As we may search. Macchine della conoscenza nella società dell’informazione”. Dottore di Ricerca in Scienze della Comunicazione presso il Dipartimento di Sociologia e Comunicazione della Sapienza Università di Roma dove collabora con la cattedre di Teoria e tecniche del nuovi media, di Progettazione di contenuti e servizi per l’ambiente web e con l’Osservatorio Mediamonitor Politica. Si occupa di relazioni sociali e media digitali, con un particolare interesse all’impatto dei media mobili sul senso del luogo. Presso il Ministero per le Politiche giovanili ed Attività Sportive (POGAS) ha svolto attività di ufficio stampa, occupandosi di comunicazione pubblica con particolare attenzione all’uso dei nuovi media. Nel 2007 ha svolto un semestre di studio presso l’MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) di Boston. Pubblicazioni: "I luogni del voto" in Mediamonitor (a cura di), Io partecipo, io scelgo, io governo. Le primarie dell’Unione: prove tecniche di comunicazione, Roma, Nuova iniziativa editoriale, 2006; “Qualcuno era comunista? Gli elettori indecisi di fronte al voto” (con Marzia Antenore e Laura Iannelli), in M. Morcellini e M. Prospero (a cura di), Perché la sinistra ha perso le elezioni?, Roma, Ediesse 2009.
   
 

Christian Ruggiero
Dottore di ricerca in Scienze della Comunicazione presso il Dipartimento di Sociologia e Comunicazione della Sapienza Università di Roma, è ricercatore in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso lo stesso Dipartimento. Dal 2004, svolge attività di ricerca nel campo della comunicazione politica, con particolare riguardo al rapporto tra politica e televisione, nell’ambito delle attività dell’Osservatorio Mediamonitor Politica.
È autore de Le sorti della videocrazia. Tv e politica nell'Italia del Mediaevo (Milano, Mondadori Università, 2014), e ha curato, con Mario Morcellini e Marzia Antenore, Talk&Tweet. La campagna elettorale 2013 tra Tv e Twitter (Sant'Arcangelo di Romagna, Maggioli, 2013) e, con Michele Prospero, Le parole della politica. Personaggi, linguaggi e narrazioni nell'Italia del 2008, Napoli, ScriptaWeb, 2010. Tra le sue pubblicazioni, La crisi della mediazione: politica e “quinto potere” alla prova dell’identità, in Mario Morcellini (a cura di), Neogiornalismo. Tra crisi e Rete, come cambia il sistema dell'informazione, Milano, Mondadori Università, 2011; “A cosa serve una bella campagna?” (con Nicola Genga e Patrizia Laurano) in Mario Morcellini, Michele Prospero (a cura di), Perché la sinistra ha perso le elezioni?, Roma, Ediesse, 2009; “Nuovi salotti, vecchi padroni di casa” in Marzia Antenore, Marco Bruno, Patrizia Laurano (a cura di), Quel che resta della telepolitica. La campagna elettorale 2006 nell’analisi Mediamonitor, Lecce, La Biblioteca Pensa Multimedia, 2007.

  Contributi di...

Andrea Cerase
Assegnista di Ricerca presso la presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Sapienza Università di Roma; andrea.cerase@uniroma1.it

Mattia Diletti
Ricercatore in Scienza Politica presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Sapienza Università di Roma. Autore di I think tank. Le fabbriche delle idee in America e in Europa, Bologna, Il Mulino, 2009. Svolge attività di ricerca presso il GeopEC-Crs; mattia.diletti@gmail.com

Mattia Gangi
Dottorando di Ricerca in Scienze della Comunicazione presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza Università di Roma, giornalista per passione ma non per professione; mattiagangi@gmail.com

Karolina Golemo
Ricercatrice e docente presso il Dipartimento di Politica Etnoculturale nell’Istituto di Studi Regionali, Università Jagellonica di Cracovia; karolina.golemo@uj.edu.pl 

Luca Mattei
Laureato in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione, con una tesi sui Social Network Sites come fonte e oggetto di informazione giornalistica; lucamattei1@gmail.com

Massimiliano Nespola
Laureato in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo, giornalista pubblicista. I suoi studi e i suoi interessi professionali si sono concentrati sulla comunicazione dell’Europa; massimiliano.nespola@gmail.com

Edoardo Salierno
Brand strategist presso Inarea, si occupa di analisi, strategie di identità e programmi di comunicazione istituzionale e di brand; esalierno@inarea.com

Federico Sbandi
Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione con una tesi sul rapporto tra social network sites, e-journalism e politica 2.0. Studente in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione; federicosbandi@yahoo.it

Alessandro Testa
Laureato Vecchio Ordinamento in Scienze della Comunicazione. Lavora dal 2003 come giornalista free-lance ed è stato per quattro anni addetto stampa per il Ministero della Difesa, guadagnandosi la nomina ad ufficiale della Riserva della Marina Militare. Ha partecipato a diverse ricerche dell’Osservatorio Mediamonitor Politica fra cui quelle sulle elezioni regionali del 2010, sulle primarie del Centrosinistra dell’autunno 2012, sulle elezioni politiche del 2013, e sull’elezione diretta del segretario del PD nel 2013. E’ coautore del paper Le primarie 2012 del Centrosinistra. Quali voci per la costruzione del discorso politico, presentato al convegno 2013 della Società italiana di Scienza Politica (SISP); alessandropress.roma@gmail.com