Tv e politica: un copione già visto?

Immagine principale: 

La campagna elettorale è in pieno svolgimento, ai politici è interdetto (almeno teoricamente) l’accesso ai programmi di intrattenimento, e l’attenzione degli analisti si concentra ancora una volta su quelle trasmissioni di infotainment che dell’intrattenimento son figlie predilette. Le polemiche sull’intervista di Barbara D’Urso a Silvio Berlusconi sono ormai smorzate, ma uno sguardo al passato riporta una verità interessante.

 


Lifting dell’immagine, comunicazione pop, striptease elettorale. Elementi dello spettacolo politico in Polonia

Immagine principale: 
(Image: (cc) PiS)

 

Nell’epoca del potere quasi assoluto dei mezzi di comunicazione, la politica spesso si converte in uno spettacolo mediatico. Con la globalizzazione, in seguito ad un incessante intercambio di valori e costumi, quello che sta succedendo nella “Vecchia Europa” influenza notevolmente lo spazio pubblico e la vita quotidiana in Polonia. Si produce così,  anche nel contesto polacco, lo stesso fenomeno  di spettacolarizzazione della politica che caratterizza i Paesi occidentali.


Caro Bersani ti scrivo

Immagine principale: 

Nell’ultima settimana abbiamo avuto diversi indizi per capire la campagna che verrà. E tutti questi indizi sembrano segnare l’inizio di una campagna molto televisiva, che riporta in auge strategie di contenimento delle performances spettacolari di Silvio Berlusconi, e di tutela di un alfiere dello slow thinking (Bourdieu, 1997) come Pier Luigi Bersani.

Dibattito o non dibattito? Per rispondere, può essere utile un breve tentativo di rilettura degli ultimi avvenimenti mediali in una prospettiva storica, magari canticchiando un motivetto che per certi versi contiene parole profetiche.

 

 


Il Comico e il Conduttore

Immagine principale: 

Giovedì 10 gennaio 2013: Silvio Berlusconi ospite a Servizio Pubblico. Un vero e proprio media event, che segna il ritorno in scena a tutto campo del Cavaliere anche a costo di entrare “nella tana del lupo”, e che merita una cronaca a caldo, anticipatoria dell’analisi del panorama dei talk che l’Osservatorio Mediamonitor Politica  condurrà nei trenta giorni precedenti il voto. 

 


Il Calendario dell'Avvento

Immagine principale: 

Per gli studiosi di politica e di comunicazione politica, ogni giorno di questo dicembre 2012 sembra nascondere, una volta aperta la finestrella corrispondente, una novità, una piccola sorpresa. Una figurina di cioccolato che può sembrare dolce o amaro, a seconda del diverso effetto che genera al contatto col palato dei diversi osservatori, ma comunque rappresenta una tappa di un percorso obbligato che ci porta verso le prossime elezioni politiche.


Tre punti di sospensione. Politica e media, un matrimonio inossidabile.

Immagine principale: 

Riflessioni sul saggio di Mario Morcellini - Media e politica alla prova del "nuovo" (dal testo Elezioni di tv. Televisione e pubblico nella campagna elettorale '94).


Il Tempo delle primarie: ha vinto la slow politics?

Immagine principale: 

Riflettendo a freddo sulle primarie del centrosinistra si può osservare come il dualismo tra Pierluigi Bersani e Matteo Renzi non si sia stato solo il confronto tra leader portatori di culture politiche differenti. A sfidarsi sono stati anche due modi divergenti, se non opposti, di concepire il rapporto tra politica e tempo. I temi emersi e le parole usate dai candidati, nell’alternanza tra momenti di aspra contrapposizione e fasi di sostanziale fair play, possono infatti essere incorniciati in un grande frame discorsivo: quello del tempo della politica.


Bersani – Renzi, note sul "confronto finale"

Immagine principale: 

Il format si presenta meno ritmato del primo confronto su SkyT24 ma altrettanto rigido; i candidati hanno un tempo di risposta di 2 minuti, che scende a 30 secondi per le “domande brevi”, e 3 minuti per l’appello finale. La differenza tra i due è resa immediatamente dalla scelta dell’abbigliamento: consueta camicia bianca con le maniche arrotolate, cravatta tinta unita ma senza giacca Renzi – in linea con il suo stile giovanile e “americano” – completo marrone e cravatta a pois per il Segretario Bersani.


FantaPrimarie: Pre-visioni sulle Primarie di coalizione di centrosinistra del coordinamento della ricerca Mediamonitor Politica

Immagine principale: 

Aggiornamento: anche il coordinamento della ricerca "Sentinella, a che punto è la notte?" esprime, a caldo, le sue previsioni sui risultati dei voto.


Contenuti via Feed Rss