Oltre la destra e la sinistra?

Immagine principale: 

 “Era quel dolo eventuale prefigurato dai magistrati di Torino ciò che rendeva storico il processo sulla improvvisa fuoriuscita di olio bollente che all’una e 43 secondi del 6 dicembre 2007 bruciò la vita di sette operai della Thyssenkrupp … non la morte atroce di sette padri di famiglia. Sembra cinico dirlo, ma è così”, commenta l’inviato del Corriere della Sera presentando la sentenza contro i dirigenti dell’azienda siderurgica tedesca.


Da Noemi a Ruby, la vita privata del Cavaliere al centro della cronaca politica italiana

Immagine principale: 

Da qualche mese a questa parte, i media e i giudici milanesi vivono un periodo di superlavoro, atto a documentare le serate di Silvio Berlusconi nelle sue dimore: Palazzo Grazioli, Villa San Martino, ma anche Villa Certosa, sono diventati luoghi di estremo interesse per capire chi frequentasse le “cene tra persone per bene” nelle case del Premier.


Sondaggi.com: il report di marzo 2011

Immagine principale: 

Pubblichiamo in allegato il secondo rapporto dell'Osservatorio per il progetto Sondaggi.com, relativo ai sondaggi diffusi durante il mese di marzo 2011.

Leggi il rapporto


A proposito di Silvio

Immagine principale: 

“Silvio è di una bontà, di una generosità... io penso che tutti lo dicono. È forse unico. Non si vedrà mai una fotografia di Silvio che è in giro, con le donne o altro”. A parlare è Rosa Bossi Berlusconi, madre del protagonista del lungometraggio Silvio Forever e causa della censura Rai per il trailer ufficiale della pellicola che recita: “Lo spot della Lucky Red sul film ‘Silvio Forever’ è stato giudicato ‘inopportuno’ dalle strutture Rai preposte, nella parte in cui riproduce una dichiarazione di una persona scomparsa, piegandone immagini e parole a fini satirici.


Il resistibile fascino dell’Oltre

Immagine principale: 

Nei giorni dedicati ai festeggiamenti per i 150 anni dello Stato italiano, il Partito democratico ha lanciato una campagna di comunicazione che vede Pierluigi Bersani nuovamente protagonista di una serie di manifesti affissi nelle strade d’Italia.


Il partito politico oggi. Presentazione del numero di monografico di Democrazia e Diritto N. 3-4 2009

Immagine principale: 

Cosa sono oggi i partiti politici? Quali funzioni assolvono nelle democrazie più avanzate? Sono ancora quegli attori collettivi, artefici della mediazione, oppure vanno assumendo forme diverse? Questi alcuni degli interrogativi che saranno al centro dell’incontro dal titolo Il partito politico oggi, in programma mercoledì 16 marzo 2011, alle ore 17.00, presso il Centro Congressi del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, via Salaria 113. La discussione prenderà il via dalla presentazione del numero monografico di Democrazia e DirittoN. 3-4 2009, dedicato al Partito politico oggi.


Come (non) cambia la propaganda politica

Immagine principale: 

Siamo entrati ufficialmente nell’anno dei festeggiamenti per i 150 dell’unità d’Italia e, nelle librerie e nei convegni, tornano prepotentemente alla ribalta i personaggi della nostra storia: Mazzini, Cavour, Vittorio Emanuele e Garibaldi. Forse il più universalmente conosciuto, il Generale nizzardo è da sempre stato protagonista della propaganda politica italiana.


Sondaggi.com. Un progetto di analisi, commento, simulazione a partire dai sondaggi politico-elettorali

Immagine principale: 

Prende il via il progetto di analisi dei sondaggi politico-elettorali pubblicati nelle prime tre settimane di ogni mese, che procederà secondo quattro direttrici complementari.


E se domani…

Immagine principale: 
E se domani si andasse a votare? Quali sarebbero i temi della campagna elettorale per un’eventuale consultazione nazionale? La costante precarietà del bipolarismo apparentemente compiuto consente solo delle ipotesi sulla composizione degli schieramenti, ma i principali settimanali di politica, cultura e attualità in edicola questa settimana forniscono uno spaccato interessante dei “cavalli di battaglia” che un Pd e un Pdl teoricamente stabili potrebbero (ri)proporre.


Tutto il resto è noia

Immagine principale: 

 “Che noia i talk di approfondimento”, lamenta Aldo Grasso sul Corriere della Sera del 22 gennaio. Tra le ragioni addotte dal celebre critico televisivo, tuttavia, almeno una merita di essere in parte smentita.


Contenuti via Feed Rss